Please reload

Post recenti

1° Congresso Nazionale Medicina e Pseudoscienza 2017 - "La Salute tra Scienza e Falsi Miti nell’Era 2.0” - Reportage C1V, puntata 1

May 9, 2017

1/1
Please reload

Post in evidenza

1° Congresso Nazionale Medicina e Pseudoscienza 2017 - "La Salute tra Scienza e Falsi Miti nell’Era 2.0” - Reportage C1V, puntata 1

May 9, 2017

Due giorni di divulgazione medico-scientifica: una scommessa per un gruppo editoriale, che per la prima volta unisce esperti di medicina e divulgazione scientifica, in un incontro che pone l’accento sul delicato quanto indispensabile ruolo strategico - rivestito dagli organi d’informazione - nel mediare tematiche medico-scientifiche, concorrendo alla costruzione di un’opinione pubblica attenta, costruttivamente critica e consapevole.

 

Aprile – Maggio 2017: è trascorso circa un mese dalla Iª Edizione del Congresso Nazionale Medicina e Pseudoscienza "La Salute tra Scienza e Falsi Miti nell’Era 2.0, svoltosi presso l’Ergife Palace Hotel di Roma, dove sono confluite alcune delle voci più autorevoli, all’interno del panorama nazionale e non solo, in materia di medicina e divulgazione scientifica.

La giusta distanza, probabilmente, per fare il punto della situazione su quanto emerso; una sorta di primo bilancio su quello che si connota, a tutti gli effetti, come un progetto-pilota, in grado di fornire il suo personalissimo contributo al dibattito medico-scientifico in questa epoca caratterizzata dal sempre più utilizzo dell’online.

L’originale format, infatti, targato C1V Edizioni e fortemente voluto dall’editrice Cinzia Tocci e dal suo team, racchiude in sé tutti i caratteri della replicabilità, in grado di trasformarsi in un appuntamento tematico annuale.

 

Di primissimo ordine, infatti, la composizione del Comitato Scientifico, presieduto dal Prof. Giorgio Dobrilla, vero e proprio luminare di fama internazionale, dal Dott. Armando De Vincentiis, dal Dott. Edoardo Altomare e dal Prof. Silvano Fuso; tutti già in piena attività nell’articolazione della IIª Edizione 2018.

 

Materia vivente, quella emersa dai lavori del Simposio che, proprio come un buon vino, aveva bisogno di respirare, di decantare, per generare gli opportuni spunti di riflessione necessari alla prosecuzione del percorso intrapreso.

Ed ecco che i vari relatori - idealmente seduti a una Tavola Rotonda 2.0 di arturiana memoria - decidono di confrontarsi, conservando inalterato il loro tratto distintivo, ovvero il taglio divulgativo.

A ciò andranno ad aggiungersi - sulla stessa falsariga - alcuni caratteri, per così dire da backstage, in modo da "umanizzare", agli occhi dell'opinione pubblica, teorie e prassi che talvolta possono sembrare appannaggio di un'élite.

Ben 9 quesiti all’ordine del giorno, commentati dalle più svariate angolazioni, in grado di restituire una fotografia nitida e fruibilissima dello stato dell’arte, sul fronte di un’Informazione che sia realmente di Servizio.

 

Ma prima di dare il via a queste 3 corali conversazioni - per 3 appuntamenti online col lettore – è oltremodo doveroso dare spazio al messaggio benaugurale di Piero Angela, un’autorità, in Italia e non solo, sul fronte della divulgazione scientifica, purtroppo impossibilitato a prendere parte al Congresso, ma che ha fortemente voluto, senza mai far mancare il proprio sostegno sin dalle primissime fasi embrionali:

 

Cari amici, purtroppo oggi non potrò essere qui con voi e mi dispiace molto. Sono ancora convalescente, per una brutta influenza, che mi ha bloccato anche nel lavoro.

Ma la forte fibra ha superato anche questa prova... non vi libererete facilmente di me!

So che ci sono molti interventi interessanti e leggerò quello che uscirà dal Congresso.

Le battaglie che portiamo avanti sono importanti e l'attenzione sui nostri temi, da parte delle Autorità Sanitarie, oggi per fortuna sta crescendo.

Vi auguro buon lavoro!

Ci rivedremo alla prossima occasione.

Cari saluti, Piero Angela

 

Il congresso è iniziato con questa clip, sui timori paradossali 2.0

 

1. Quando e in che circostanze è venuto/a in contatto con l’editrice e il Gruppo C1V Edizioni?

 

"Più di un anno fa – dichiara il Prof. Giorgio Dobrilla, Responsabile Scientifico del Congresso - in occasione del mio libro “Medicina insolita per non medici”, che C1V aveva accettato di pubblicare, nella collana diretta da A. De Vincentiis".

 

Ma c’è anche chi, come il Prof. Pellegrino Conte, ha conosciuto l’editrice Cinzia Tocci su Facebook: "Abbiamo molti contatti in comune, che seguono la mia pagina divulgativa e il mio blog. Ci siamo “incontrati” grazie a questi comuni amici".

 

Nel caso del Dott. Luigi Sudano, invece, a fare da involontaria mediatrice è stata la mamma di una bambina deceduta per Meningite da Meningococco C.

 

Ancora una volta rispunta poi il nome del Dott. Armando De Vincentiis, tra i primi e più autorevoli internauti dell’equipaggio C1V, Direttore della Collana Scientia et Causa, moderatore del Congresso, degli interventi, vero e proprio catalizzatore di menti: "Essendo entrambi militanti del CICAP da moltissimi anni – racconta al riguardo il Prof. Silvano Fuso - Armando mi ha parlato di C1V e mi ha fatto conoscere Cinzia Tocci. È nata subito una bella amicizia e una proficua collaborazione".

 

Lo stesso Dott. De Vincentiis, ha invitato il collega, Dott. Daniel Bulla, a redigere un libro col Dottor Matteo Pacini sui falsi miti legati al mondo psicofarmacologia.

 

Il Dott. Alessandro Conte, inoltre, è subentrato in corso d’opera al suo papà, Luigi Conte, prematuramente scomparso nel febbraio di quest'anno: "…per portarvi la testimonianza di FNOMCEO - la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici ed Odontoiatri, riguardo alle iniziative intraprese a tutela della corretta informazione medica, tra cui, oltre ai noti fatti di cronaca, anche il progetto di un portale dedicato. Avevamo chiesto di essere presenti perché particolarmente interessati alle tematiche trattate ed al panel di esperti che hanno partecipato".

 

 

Anche la Dott.ssa Alice Pignatti è entrata in contatto con la realtà di C1V grazie alla pubblicazione di un libro; in questo caso si tratta di “Vaccini, complotti e Pseudoscienza”, che ha dato il via alla collana Scientia et Causa.

 

 

A Chiesina Uzzanese (Toscana), in occasione della terza conferenza (dopo Lazio e Puglia), promossa dal Gruppo C1V con lo stesso volume, è nata poi la collaborazione col Dott. Stefano Tafi. 

 

 

Per la Dott.ssa Luigina Pugno ed il Dott. Fulvio Trombotto hanno funzionato un iniziale passa parola, in occasione della pubblicazione del volume di Piero Angela, Cristina Da Rold e Marco Cappadonia, “Giornalismo Pseudoscientifico”, seguito dal sito di divulgazione scientifica “Gravità Zero”.

 

 

 

Una recensione agli stessi autori fu galeotta per l’incontro della C1V con la Dott.ssa Valeria Panzeri ed il Dott. Michele Iacovone di Urban Post, da cui è nata poi una duratura e proficua sinergia.

 

La rete in generale e il mondo social di Facebook, infine, hanno funto da pigmalione per il Dott. Matteo Pacini.

 

Come anche nel caso del Dott. Roberto Burioni, come ricorda nel suo intervento.

 

 

2. Come ha accolto la notizia del 1° Congresso Nazionale?